Your site
November 1, 2014, 1:31 am

Grazie signore grazie !

Grazie a voi politologi non militanti del centro-sinistra che avete messo insieme la peggior lista possibile per dare "lustro" alla lista personale del candidato sindaco della Margherita, grazie signore grazie.

Grazie a voi segretari politici (usiamo un termine ridondante) che vi siete assolutamente disinteressati di fare opposizione per anni e poi vi siete svegliati all’ultimo minuto, grazie signore grazie.

Grazie a coloro che si sono dimenticati che per candidarsi a governare una città ci vorrebbe anche un programma politico, scritto per tempo, coinvolgendo cittadini ed associazioni, ascoltando e non imponendo e, soprattutto, proponendo soluzioni e non rinvii sine die ad ogni problema minimamente complesso, grazie signore grazie.

Grazie a coloro che pensano ai loro organigrammi nel futuro Partito Democratico e piuttosto che dare spazio ad altre voci, anche solo lievemente dissonanti dalle loro, si legherebbero con una catena al proprio scranno ed alla piccola posizioncina di potere che hanno raggiunto, grazie signore grazie.

Grazie al candidato sindaco di centro-sinistra che ha pensato a parlare a giornali e televisioni dicendo quello che pensava lui, così al momento ed anche un pò a caso, dimenticandosi che circa il 65% dei voti che doveva sollecitare non venivano dal suo partitino e, di conseguenza, oggi ci si interroga meravigliati su questo strano fenomeno dell’assenteismo al voto degli elettori di sinistra, grazie signore grazie.

Grazie a tutti coloro che pensano intelligente dire cose di destra e sperano di essere presi sul  serio più degli "originali", grazie signore grazie.

Grazie a quelli che adesso staranno pensando come trar profitto dalla propria miserrima presenza consigliare alla prima occasione di lotta interna al centro-destra sulla prima pratica "importante", grazie signore grazie.

Grazie a coloro che, per far capire subito che opposizione durissima faranno, non dicono una parola sulla scandalosa nomina, il giorno prima del voto, di un trombato e di due tizi professionalmente impresentabili (anche se segretari politici provinciali) a guidare Acsm (e percepire il relativo importante emolumento), grazie signore grazie.

Grazie a coloro che hanno contribuito ad organizzare una bellissima campagna elettorale "british" per non correre il rischio di essere presi per pericolosi "liberali" e, quindi, hanno ignorato il tema dell’etica in politica e tutto quello che, probabilmente, i cittadini ritengono riprovevole nel comportamento di tutti i politicanti locali, grazie signore grazie.

Grazie a tutti coloro che hanno fattivamente, con pensieri, parole, opere ed omissioni, contribuito a desertificare il centro-sinistra in provincia di Como in tutti questi anni e che pretendono pure di dare lezioni agli elettori democratici che, per una volta, hanno deciso di non concedere loro una delega in bianco e si sono rifiutati di andare a votarli, grazie signore grazie.

Grazie alle persone che, pur con la tristezza nel cuore, avranno ancora il coraggio, e la disponibilità, a svolgere attività associativa, politica, culturale in una città tanto devastata da qualunquismo, razzismo e benessere economico immeritato (e probabilmente destinato a diminuire velocemente).


Grazie signore grazie !

16 Comments

  1. fra scrive:

    Oggi sono uscita di casa cono lo schifo nel cuore. Sottoscrivo in pieno le utime tre righe: qualunquismo, razzismo e benessere economico immeritato sono i valori del 60 per cento dei miei concittadini, evviva!

  2. Prospero scrive:

    Credo vi convenga cambiare città, e forse anche stato, ma non so’ darvi alcun consiglio,

    Per il Sir, sa per caso quante preferenze ha preso Gaddi.

  3. claudio corengia scrive:

    778

  4. Nina scrive:

    Al di la’ della politica , che in questo momento schifa tutti e tutto. Ma come si fa’ a non ragionare!!! Ma come si fa’ a lasciarsi andare cosi’! CHE SCHIFO!!!! Altro che cambiare citta’.:-?

  5. triio scrive:

    @Prospero

    Io ci penso ogni tanto! Ho pensato allo Stato della California. L’unico freno è che lì c’è la pena di morte! Sai, almeno in Italia tra sconti e indulti… rischiamo meno… non si sa mai che un domani uccida la suocera!

  6. breva scrive:

    Vabbeh, S.Just, in fondo è il risultato al nulla, ci può stare.
    Siamo tutti un pò abbacchiati, dici che forse è il giorno buono per piantarla un pò lì con sta gente che non ci rappresenta più, che ha preso altre strade, e di cominciare a far quadrato da un’altra parte? In fondo, movimenti ed idee sane ci sono, penso a città possibile, al lato verde della politica, gente in carne ed ossa che cocciutamente porta avanti sani valori con fatica immonda. A loro guarderei con interesse e spirito positivo, bisognerà verificare se loro vogliono interloquire con un popolo abbacchiato, un pò sbandato, decisamente scoglionato ma cmq voglioso di non perdersi definitivamente nell’oblio del nulla.
    Se questa sinistra non funziona, affossiamola una buona volta.
    Affossiamo l’attuale dirigenza, lasciamoli da soli.
    Le idee, teniamocele.

  7. alce41 scrive:

    Magari cercando di verificarle alla luce dei fatti, perché “ciò che è reale è razionale”, come diceva il vecchio Hegel e i fatti se ne fregano dei tuoi desideri.

  8. andrea scrive:

    sito decisamente patetico e semplicemente qualunquista.
    fuori dalla storia. in polemica con tutto e tutti.
    consiglio terapia.

  9. Ulisse scrive:

    Non posso che sottoscrivere il post, però io al contrario di Fra sono contento perchè questa sinistra ha avuto quello che si merita, anzi ha avuto anche fin troppo.

  10. S.Just scrive:

    Io scrivo di getto e spesso neppure rileggo, quindi mi scuso per errori ortografici o ridondanze ma il blog mi sembra strumento espressivo che non prevede di dover pesare ogni parola.
    Ciò detto il vero senso del post stava nell’ultima frase :
    ” Grazie alle persone che, pur con la tristezza nel cuore, avranno ancora il coraggio, e la disponibilità, a svolgere attività associativa, politica, culturale in una città tanto devastata da qualunquismo, razzismo e benessere economico immeritato (e probabilmente destinato a diminuire velocemente).”
    In questo momento trovo difficile pensare di poter ancora mettere entusiamo per un qualcosa che appare desolantemente destinato ad un risultato concreto poco entusiasmante.
    Immagino che la cappa di piombo di Cielle si renderà ancora più spessa e che praticamente nessuno si sentirà di esprimere pubblicamente un parere anche solo lievemente critico verso questo gruppo di potere che sta espandendosi senza il minimo freno.

  11. S.Just scrive:

    Ma le dimissioni i segretari provinciali e cittadini di Margherita e Ds non le hanno presentate ?
    Attendono che ci andiamo a scusare noi con loro per non aver capito le loro astute scelte tattiche e per non aver apprezzato le alchimie attente che hanno consentito di predisporre liste tanto attraenti per l’elettore medio ?
    Certo adesso l’alibi è pronto : avanti col Partito Democratico.
    Sai la novità, come dice una pubblicità su Sky.
    Noto, peraltro, un certo nervosismo da quest’area politica.
    Se leggete sul sito della Margherita di Como trovate un commento di uno (Alessio) che svolge un’attenta analisi concludendo : ” E poi è inutile girare intorno al problema: come si può pensare di vincere a Como e Provincia fino a quando il centro sinistra è identificato con i Rossi/Comunisti?”
    Salvo che il nome stia per il Princeps che si mette a scrivere anche sui siti di altri partiti moderati direi che si commenta da solo.
    Io mi chiedo, piuttosto : come è possibile pensare di perdere altre notti per cercare di convincere gente di questo tipo che il mondo reale esiste anche fuori da parrocchie ed associazioni varie dove loro raccolgono le loro, preziosissime (per i loro candidatoni) preferenze ?
    La mia religione me lo vieta, quindi nel prossimo futuro mi asterrò totalmente da pratiche tanto insensate.

  12. Bhe, fare autocritica della propria parte mi sembra giusto e doveroso, specie in occasione di una debacle come quella testè subita dal csx . Ciònonostante, forse, se il 70% degli elettori della provincia di Como ed il 54% dei cittadini comaschi hanno votato il cdx, non siamo poi così male..

    indubitabilmente un grande favore, una grande fortuna elettorale per noi, è quella di avere al governo uno che sbaglia completamente il dpef, che rapina il 100% di tasse in più del necessario, e che con pervicacia ed arroganza non ha nemmeno il coraggio di andarsene a casa.. ma c’è di più .. al di là delle piccole miserie su protestati e supposti inadatti vari, la gente di como si è riconosciuta in una classe dirigente che sta ben lavorando .

    Certo se almeno questa volta in aula si assistesse ad un minimo di opposizione da pqarte delle minoranze se finalmente dicessero “qualcosa di sinistra, qualcosa”, forse anche loro potrebbero un giorno risorgere dalle loro ceneri..

  13. A proposito di autocritica Andrea…. che mi dici dei risultati di An?
    Per la precisione mi piacerebbe commentassi il voto al comune di Como, a Campione e a Cantù. Interpreto male io o An avrebbe ben poco da festeggiare se non per i risultati dei compagni di merende?

  14. Anonimo scrive:

    a quanto pare a como la politica la fa solo chi ha interessi personali, dal soldo al nome.
    è il momento di iniziare a farla noi, non la partitica, ma la politica, quella di piazza, di strada, che parla alla gente in modo disinteressato, creativo, per il gusto di farlo.
    questo blog sembra anche un buon ‘luogo’ per diffondere iniziative.
    spremete la vostra fantasia, io vi seguo.
    tipo, senza offesa (sir mi perdonerai) se passaste un po’ meno tempo davanti agli schermi a battere tastini e un po’ di più in strada a ridipingere di bianco le linee blu dei parcheggi, io vi seguirei.
    a presto

  15. S.Just scrive:

    Allora, forse, ma non si sa esattamente, le minaccia e poi le darà, il coordinatore della Margherita di Como parla di dimissioni.
    Invitando anche il coordinatore provinciale a seguirlo in questo gesto che appare a lui enormemente eroico.
    Bene.
    Segue dibattito al direttivo provinciale.
    Con preghiera di rimanere al proprio posto “visto le difficili sfide che ci aspettano nel prossimo futuro”.
    Se ci si dimette per far posto ad altri ci si dimette in modo irrevocabile e non si chiedono le dimissioni altrui.
    Ci penseranno gli organismi provinciali, nel caso, a sfiduciare l’attuale segretario provinciale.
    E poi cari signori vi potete anche dimettere tutti, poi ci sono le vacanze, poi ad ottobre aria nuova in casa e ci si può riproporre come “usato quasi nuovo”.
    E via.
    Altro che ascolto degli elettori ed altre cose del genere.
    Fatela una riunione pubblica di analisi del voto a Como, Cantù ed Erba.
    Una bella riunione anni ‘70 con gli scazzi e gli interventi sino a notte fonda.
    Dimenticavo, il Partito Democratico è la nuova Dc che “guarda a sinistra” quindi non penserete certo che c’è qualcuno che si espone a prendere dei pomodori (virtuali) sulla giacca elegantina.

  16. @Anonimous

    Alla faccia del disinteresse.. tante belle parolone, per poi arrivare al succo del non voglio pagare il parcheggio.. Caro amico, è necessario che tu sappia che a Como non ci sono posti per la sosta stanziale sufficenti a coprire la domanda, e quindi l’alta turnazione di tutti gli stalli disponibili è l’unica “soluzione” transitoria ed immediata che poteva essere presa. In attesa di riuscire finalmente a costruire nuovi parcheggi interrati stanziali e di interscambio, e di realizzare un qualsivoglia mezzo di trasporto di massa non su gomma, dobbiamo far usare i posti auto per il minore tempo possibile ad ogni cittadino, in modo da poter soddisfare le esigenze del maggiore numero possibile di cittadini, l’unico mezzo per potere applicare questa filosofia è la sosta a pagamento, che, per me rimane anche l’unico mezzo (se applicata mediante fasce concentriche che aumentano di costo in maniera direttamente proporzionale alla vicinanza col centro) per controllare il numero di accessi alla convalle mediante mezzi privati. Per fare politica e farla bene, per prima cosa bisogna astrarsi dalle proprie necessità quotidiane, e pensare per fattispecie, altrimenti si è solo dei gluglu, dei demagoghi, non mai dei politici.

    @ Migliavada
    Indubitabilmente AN ha pagato lo stile personale dei suoi leader locali, se, nell’ottica di un generale successo del cdx, è l’unica forza ad avere perso . – 2% in città, – 0,50% a Erba, un miserrimo + 1% quale premio per essere andati da soli a Cantù (che corrisponde ad un bel – 4% sullo stesso comune in occasione delle politiche), la (tanto attesa) disfatta di Salmoiraghi, sono risultati che si commentano da soli.
    La politica iraconda, arrogante ed aggressiva che ha contraddistinto il partito negli ultimi anni ha definitivamente sotterrato e scaricato la carica ideale che Alessio Butti aveva imposto al partito negli anni novanta, siamo diventati il PSI della milano da bere, ed una implosione elettorale era nell’aria.
    Adesso aspettiamo, e vediamo cosa accadrà..

Leave a Reply