Your site
August 2, 2014, 2:25 am

Cernobbio, si riparte

Ciao Cernobbiesi
ripartite anche voi, a giorni torneranno tutti i post, nel frattempo vi do una buona novella. Avremo presto il piacere di ospitare qui sol blog Fabrizio e Nicola con un nuovo “tempo” della lora storia. Vi ho nel frattempo aperto un Gruppo e preparato un forum su cernobbio, lì oltre a scrivere come al solito potrete mandarvi messaggi diretti tra di voi ed usare anche la chat. Spero apprezzerete, e buon viaggio, l’avventura continua. ciao

Cernobbio, si riparte

12.873 Comments

  1. Anonimo scrive:

    Saladini si lamenta degli anonymous. Noi anonimi che lavoriamo, cosa dovremmo dire dei suoi rimborsi chilometrici che superano di gran lunga i nostri introiti annui, percepiti grazie alle nostre oneste occupazioni? Chiusura immediata delle provincie e delle municipalizzate!

  2. anonimo scrive:

    Qual è la sorpresa nell’uovo di Pasqua, Simona? Che tutti, a Cernobbio, finalmente potranno usufruire di un bene prezioso sempre negato ai cittadini? Oppure un bel muraglione di cemento per barche, con tanto di lucchetto? Oppure … un sì a un’altra antenna?

  3. Via Vittorio Veneto scrive:

    La sfuriata di Colombo ha ottenuto la chiusura di una strada (VIA DELL’ORTO) per tre giorni. Perché non si lagna per tutte del paese? Per l’eternit? Per l’amianto? Per i parcheggi irregolari e pericolosi di Via Vittorio Veneto? Per le antenne? E tutte le cose che il blog segnala? Il Colombo dunque fa politica solo per la Chiesa di San Vincenzo?

  4. Piazzese scrive:

    Dov’erano i vigili quando venivano tagliate le gomme dell’auto di un onesto commerciante in pieno centro storico, a Piazza Santo Stefano? Di certo non a dare le multe o presidiare la sosta in doppia fila a Olzino, dove la gente aspetta un parcheggio promesso dall’amministrazione di centro-destra da almeno dieci anni. Di certo non al Campo Solare, a curare l’uscita dei bambini, quando il traffico è selvaggio e pericoloso. Di certo non in riva, ad occuparsi di chi lascia che il proprio cane imbratti il salotto buono della Cernobbio turistica. Chi è il capo dei vigili, ovvero il sindaco Saladini, si dimetta, visto che quando e dove servono, i vigili non ci sono mai!

  5. Via Isonzo scrive:

    E’ patetico l’atteggiamento che la Saladini ha avuto in consiglio nei confronti dei dipendenti comunali: se non fanno il loro lavoro, se sono lenti, o se fanno qualcosa che non è gradito al sindaco la Saladini è il loro superiore e può anche licenziarli. Nel caso delle antenne visto che la Maspero è ancora in comune di che cosa si lamenta la Saladini? Se non voleva le antenne, avendo firmato con il comitato, perché non ha cacciato la Maspero?

  6. Via Isonzo scrive:

    Saladini ha sempre assicurato il massimo impegno per il controllo delle antenne. Bene il risultato è un mostro di 12 metri in Via Isonzo, dietro al cimitero e un altro che si sta alzando in piena montagna. Di che cosa ci preoccupiamo cernobbiesi? Abbiamo in comune lei e il dottor Colombo che stanno seriamente pensando alla nostra salute.

  7. Anonimo scrive:

    Zumbé ha ragione: l’ex cinema Volta è un bene prezioso da valorizzare nell’interesse pubblico, ma per farlo Cernobbio avrebbe bisogno di un’amministrazione con coraggio, qualità, programmazione, inventiva e idee, molto diversa da quella attuale sotto le bandiere di Pdl e Lega, nel nome di Simone Saladini.

  8. Cernobbio scrive:

    Finché il comune penserà a parcheggi e a progetti in cemento e antenne e trascurerà il verde e progetti no profit finalizzati alle persone Cernobbio sarà una città disumana e con una scarsissima vivibilità. Si parla tanto di aprire Villa Erba, ma dove vogliamo andare se il comune continua a pensare al porto marina e a parcheggi in tutto il territorio senza programmazione culturale e ambientale?

  9. Anonimo scrive:

    L’espulsione di Orlando Bolla dal consiglio comunale è il simbolo del degrado e della confusione mentale di un sindaco in disarmo che deve essere fermato. Si lamentano tanto che in consiglio comunale non va nessuno, ma che fanno per incentivare le presenze? Negano una foto, urlano come pazzi, insultano farfugliando scuse ignobili e lanciano accuse meschine ai cittadini che non possono difendersi, perché non presenti? E’ questa la cultura di PDL e del Carroccio?

  10. una mamma scrive:

    Per i vip e turisti del Festival Città di Cernobbio un gabinetto è assicurato (necessario per la qualità degli spettacoli organizzati Signora Taibez?), ma per i bambini che vanno a giocare nel Parco Besana no, solo sporcizia, giochi in degrado e panchine dissestate. Se la qualità della vita si misura per l’attenzione che una città da ai bambini, a Cernobbio non c’è e non c’è nemmeno rispetto.

  11. Pino scrive:

    Se l’anonimato nei blog e nella contestazione fa male e non va bene alla politica, può andar bene ai cittadini che i tesserati dei partiti non siano dichiarati? Accedono tutti ai servizi, al mondo del lavoro, alle opportunità, ai premi in maniera corretta? Per dire il contrario, basterebbe guardare il bunga, bunga … Quindi PD e PDL congiunti (entrambi non sostengono MONTI?) non dicano che è più grave criticare anonimamente su Internet! Ci sono cose ben più gravi e lo sanno benissimo! Se non vogliono l’anonimato, inizino loro ad esporsi ed essere loro trasparenti e onesti.

  12. Anonymous scrive:

    Il culto della personalità è finito il 25 aprile 1945 e la libertà d’informare è stata ribadita dalla Costituzione. Carlo Orlando, ha ragione, ma da quasi 9 anni questa moda è tornata a Cernobbio e non solo. Per quanto riguarda il nostro paese tu sai benissimo perché e per colpa di chi … i passi da fare sono solo quelli per uscirne, zittendo i veri galli nel pollaio, tagliando le erbacce marce, non farsi trasportare dal vento del nord, non affidarsi alle banche sbagliate, ripartendo solo da chi ha luce, i nostri valori e Cernobbio nel cuore, giovane o anziano che sia anche per i partiti.

  13. Ex-Cernobbiese scrive:

    Villa Erba aperta a Pasqua, siamo alla resa finale. Se Droulers e Saladini dicono no, sono bruciati. Se dicono sì, ha vinto il comitato dei cittadini, quindi la politica ha perso. Lancio però un interrogativo: un comitato civico, può diventare strumento politico e realizzare concretamente per la gente, avendo al suo interno esponenti di minoranza? Se villa Erba non apre, oltre a Pdl e Lega, avrà fallito anche il gruppo di Progetto Cernobbio. Vedremo a breve se il comitato era davvero uno strumento per la gente o serviva esclusivamente per la carriera politica di qualcuno …

  14. Anonimo scrive:

    Il PGT prevede norme restrittive contro le antenne di telefonia? No? E allora cosa ci vuole a inserirne?

  15. Anonimo scrive:

    Cernobbio città del libro. Bellissimo, con cosa partecipiamo? Con le “Gocce di Cernobbio” che non sono state pubblicate?

  16. Via Isonzo scrive:

    A quelli che difendono la Saladini sulle antenne e dicono che il progresso non può essere fermato, dico: “E’ ammissibile difendere ciò che è nocivo per voi, per i vostri cari e per gli altri? Perché installare qualcosa che si sa è pericoloso”? Questo è un atto d’amore per Cernobbio? E se gli esperti le hanno inculcato una cultura in fatto di antenne, come si sente quando passa davanti a via Isonzo, dove passano anche i bambini per andare a scuola al Campo Solare?

  17. Asbigo scrive:

    Bene la minoranza che ha votato compatta perché il cinema Volta non sia alienato. Male la maggioranza che ha votato per svendere a 200 mila euro anziché a 2 milioni o più quello che è stato l’unico cinema di Cernobbio.

  18. Anonimo scrive:

    Abbiamo detto, abbiamo fatto: non abbiamo fatto bene neppure nella piccola Via dell’Orto! Poi dobbiamo riuscire a finire le opere di Isola!

  19. Piazzese scrive:

    Cernobbio città dell’insicurezza, ma anche dell’omertà: una quindicina di giorni fa, misteriosi vandali tagliano le gomme di un auto parcheggiata in una piazza pubblica e nessuno interviene, perché nessuno ha visto nulla. Com’è possibile, con un’amministrazione che aveva fatto pubblica campagna, armandosi delle parole vigili, multe e sicurezza?

  20. Via Isonzo scrive:

    Se la politica non ama i suoi cittadini non piazza antenne, anzi, rimuove quelle che ci sono. Fa piazza pulita di eternit e amianto, abolisce la parola cementificazione dai PGT, crea verde, non abbatte le spiaggette, incentiva la qualità della vita. Chi come il PDL e la Lega di Cernobbio ha fatto tutto l’opposto di questo agisce solo secondo tornaconto e per profitto, andando contro i cittadini. Ecco perché si vogliono i porti marina e non si creano le passeggiate a lago.

  21. Via Matteotti scrive:

    Dall’ottantasei a oggi, in 26 anni di vita, villa Erba ha ricevuto 50 milioni di euro di finanziamenti pubblici dal comune di Cernobbio e dagli altri Enti fondatari. Quale altra società privata potrebbe ottenere, senza restituire nulla e non chiudendo i battenti, circa due milioni all’anno? Perché tanta clemenza con Villa Erba? Che cosa c’è dietro veramente? Aggiungo una provocazione, perché non si parla di venderla, invece del cinema Volta o del prato di via Matteotti?

  22. Via Regina scrive:

    Mercoledì, al termine dei lavori vedremo che avrà svolto il comune davanti alla chiesa. Se l’intervento sarà solo superficiale valeva davvero la pena metterci mano e chiudere una via a un luogo sacro per ben tre giorni?

  23. Piazza scrive:

    Il parchimetro di largo Escrivà al va no, alta prova di efficienza dell’amministrazione Saladini: ogni 2 per 3 nella piazza di Piazza si aggiunge un problema.

  24. Anonimo scrive:

    Simona Saladini: si potrà tramutare una villa in albergo, ma non in un bar o in un ristorante. Viva il nuovo PGT, che in Via Caronti obbliga i cittadini a ricorrere alle vie legali, scontenta gli altri commerciati, ma in compenso strizza l’occhio a Droulers che già intravede le macerie delle passeggiata per nuovi alberghi e attività vari alla foce di un torrente. Complimenti Saladini, non ne fai giusta una per la maledetta!

  25. S.S. scrive:

    In principio fu il centro espositivo Per realizzarlo e gestirlo, venne costituita Villa Erba Spa, una società mista pubblico-privata, di cui fanno parte, oltre agli enti pubblici proprietari dell’area, detentori del 51% delle quote e anche la Camera di Commercio di Como, l’Ente Fiera Milano, l’Unione Industriali, l’Associazione Serica e altri soggetti economici. Era il 1986 e la seta era in pieno nel boom di un momento commerciale favorevole. I tempi sono cambiati e la Spa invece no. Sempre solo progetti per pochi, definiti di “qualità e d’élite”. Come il Cernobbiese e il Comasco medio non fossero di “qualità e d’élite!” Grandi pensate che hanno portato alla crisi e all’irreversibile rosso in bilancio della Spa. Con i loro progetti “di qualità e d’élite” per amici, politici e vip. Grazie ai loro amministratori di “qualità e d’élite”.

  26. S.S. scrive:

    Droulers crede nel progetto Saladini-porto-marina tanto da esporsi in prima persona e contribuendo alla ricapitolazione della spa con l’apporto di denaro proprio. Il nostro denaro non lo spenderà mai? Perché non si fa un referendum deve spendere i soldi pubblici? Perché vincerebbero senz’altro il no al porto-marina e il sì alla passeggiata a lago? E poi, Simona, ammesso anche che Droulers sia quel grande imprenditore che tu dici, vuoi credere che abbia investito il suo denaro, senza aver pensato di ricavarne utili personali? O hai dato il timone a uno sprovveduto, oppure la spa è in mano a un filantropo tipo Babbo Natale, cosa di cui dubito fortemente.

  27. Cernobbio scrive:

    Luppi scrive che in via dell’orto i lavori del comune non erano in programma. Ciò vuol dire che l’amministrazione non vive il territorio. I lavori sono iniziati. Speriamo solo che non procedano con la stessa celerità di quelli del palazzetto.

  28. ANONYMOUS scrive:

    MESSAGGIO PER ORSENIGO: OGNI LUOGO DI CERNOBBIO MERITA ATTENZIONE, NON SOLO QUELLI DI PASSAGGIO VICINO ALLA CHIESA. AVVOCATO, ACCENDA IL CERVELLO PRIMA DI RILASCIARE INTERVISTE ALLA PROVINCIA.

  29. Ex-Cernobbiese scrive:

    Invece di trattare articoli di futile evasione e parlare di matrimoni vip dell’800 perché la Fossati non ci informa sulle antenne? Il giornalista d’informazione Luppi poterebbe risolvere una domanda senza risposta dei cernobbiesi: chi si nasconde dietro il gruppo San Vincenzo? Grazie delle risposte, che sicuramente da una brava politica e da un buon giornalista arriveranno.

  30. Ex-Cernobbiese scrive:

    Basta vedere le foto per capire chi c’è dietro il sito http://www.cernobbio.altervista.org (altro blog, dopo vivere a como, quello del comitato e quello della minoranza a parlare delle manchevolezze e dei pregi del comune). Vedo che pullulano i siti di informazione su un paese di 7.000 persone. C’è proprio bisogno di cambiare un’amministrazione che non funziona. Quello che per non devono fare gli organizzatori è remare uno per se stesso, mettere un blog contro l’altro, “per questo vince e gli altri fanno perdere” … si finirebbe solo per fare il gioco deve essere cacciato. Perché non collaborare? Se chi negli altri blog iniziasse a scrivere anche qui e fornire documentazioni non solo foto delle riunioni del comitato si avrebbe più completezza qui … e una moltiplicazione dell’influenza di ritorno anche negli altri blog … La nuova squadra sarebbe pronta a partire. E quindi la scelta: una lista, due liste, tre liste, una unita solo per finta, una con un capo o con tanti capi che non fanno squadra o solo con tante pecore assenti che non pensano che a sé e non si aiutano. Qui la scelta: o si vince e si perde. Scontato che le conseguenze le pagano i cittadini comuni e il paese.

  31. Via Libertà scrive:

    Per far fronte ai problemi del Parco Besana perché il Sindaco non si rivolge a Pupa Frati? Lei si che ha fatto fiorire il verde da una discarica. Simona Saladini è solo capace distruggere e rendere i parchi discariche. Peccato però che nella differenziata Cernobbio sia all’ultimo posto.

  32. Anonimo scrive:

    Il contributo annuo di 275 euro al Sorriso è una vergogna per un’amministrazione che si dice cattolica. Tanto più che Vivere Cernobbio non mette un euro per fornire decoro e decenza alla strada che porta alla chiesa del Santo Redentore. Dov’è la loro cattolicità? Solo nel nome della piazza di Piazza. Ebbene, prendiamoli in parola … Dunque questi sono i cattolici di Balaguer, dell’Opus Dei e dell’opulenza, non quelli dei più sfortunati e della chiesa di tutti. Badate bene, non sto giudicando le persone in questione, sto solo giudicando le loro azioni da amministratori.

  33. Anonimo scrive:

    Perché la Saladini vuole vendere l’èx. Cinema Volta?
    Punto.

  34. N.N. scrive:

    Il minibasket in riva è un’operazione una tantum di un’amministrazione e di un assessorato allo sport che proprio non sa come utilizzare un palazzetto che è costato un occhio della testa ma è sempre chiuso, tranne per i canottieri che hanno l’esclusività sull’utilizzo di una vasca voga da 500 mila euro! Perché una spesa così alta a favore di una sola associazione mentre mancano opere di prima necessità per tutta una città?

  35. Anonimo scrive:

    Chi sta tirando la cinghia, voterà un sindaco che, in tempi grami come questi, usa i fondi pubblici per farsi una vacanza sulla riviera adriatica? Potrà votare chi ancora la sostiene? Senza tralasciare il fatto che Simona Saladini, da assessore alle pari opportunità in Provincia dovrebbe battersi spada tratta per i deboli e per chi non ce la fa …

  36. Orlando scrive:

    Ex Cernobbiese scrive: basta vedere le foto per capire chi c’è dietro il sito http://www.cernobbio.altervista.org, prima di tutto La ringrazio di aver visitato il sito. Voglio assicurarLa che dietro il sito non ci sono burattinai, ma solo il sottoscritto e, tutti i Cernobbiesi che mi segnalano positività e negatività. Inoltre voglio rassicurarLa che non ho mire politiche. E, se vuole collaborare (anche tramite il blog) sarà di aiuto a tutti i Cernobbiesi che amano il loro paese.
    Saluti Orlando Bolla

  37. Piazzese scrive:

    Mi domando e dico, se Saladini afferma che questa sarà al prima e ultima volta che un ristorante nasce da una vecchia villa, allora perché concedere l’avvio delle attività? Perché a questi signori possono avere i permessi e gli altri mai più? Questo non è un favoritismo sfacciato? Che c’è sotto? Che la minoranza interroghi e picchi a dovere! La questione delle concezioni edilizie a CERNOBBIO è un problema serio dopo il Garrovo, il cemento di Gentrino, la Valle e il Polirolo, dopo le antenne, il possibile porto marina, l’entrata in scena del famigerato gruppo San Vincenzo. I Cernobbiesi meritano rispetto e non vanno presi per i fondelli.

  38. Piazzese scrive:

    I parcheggi di Rovenna e di Balaguer sono un FLOP epocale! Mai vista un’amministrazione fare buchi nell’acqua (non solo figuratamente) così grossi.

  39. Buffalo Bill scrive:

    L’atteggiamento di Simona Saladini nei confronti di chi scrive in blog come questo è quello di chi non accetta critiche e ha la presunzioni di aver sempre ragione ed essere infallibile, cose che la rendono RI-DI-CO-LA ! Se questo blog non è costruttivo, lo è stata la sua amministrazione? Le chiedo di leggere con attenzioni i messaggi che la gente continua a postare. Basterebbe saperli decifrare per capire che necessità ha realmente il paese, ma la sindaca prende tutto come un fatto personale ed è per questo che Cernobbio va male.

  40. Buffalo Bill scrive:

    Ripulita dai rottami e dallo sporco, riacquisterebbe la sua naturale bellezza e la possibilità di viverla tutto l’anno con iniziative e attività rispettose del verde e dell’ambiente lacustre … Non sto parlando della riva con le cacche dei cani o della strada che porta alla chiesa di S. Vincenzo. Sto parlando di Villa Erba, più prettamente dell’area del galoppatoio. Il problema, oltre lo sporco, è la mancanza di idee, come dimostra l’offshore, oppure i prospettati alberghi e porto marina, tutte proposte estemporanee, per chi viene da fuori e senza sbocchi sul territorio. Come potrebbe funzionare una Spa Cernobbiese che esclude per sua scelta la cittadinanza? Come potrebbero essere amate e partecipate le sue scelte?

  41. Anonimo scrive:

    La Saladini ha avuto 10 di anni tempo, tra comune e provincia, per fere politica e il bene di Cernobbio. Che cosa ha fatto veramente? Solo i propri interessi …

  42. Anonimo scrive:

    Nessuna novità sulla nuova antenna che la Saladini voleva piazzare in zona ex-Metaltex?

  43. Luca scrive:

    Foto e sviolinate sul giornalino per JMD. Perché? Perché ha distrutto il Garovo? Perché vuole il porto marina? Perché è un facoltoso massone? Perché ha le chiavi di Villa d’Este e della società bene? Perché è un Lussemburghese del Pdl? Perché Saladini non ha avuto lo stesso trattamento con l’Ambrosini? Io-ti-ho-creato-io-ti-distruggo, gli ha moderatamente detto in un consiglio comunale. Perché la Lega ha venduto simbolo e dignità anche a Cernobbio? Avvocato Orsenigo, occorre fare subito qualcosa, oppure si torna prefisso.

  44. Anonimo scrive:

    Caro avv. Orsenigo credo che i tuoi 1200 euro mensili non li meriti, soldi dei contribuenti CERNOBBIESI, il lavoro che fai per il paese è non è tollerato dai cittadini.
    Penso che alle prossime elezzioni non ti presenti col fazzoletto verde padano la lega a Cernobbio tornerà ai 400 voti e credo anche molto meno. grazie al tuo servilismo schifoso con Saladini e C.

  45. Piazza scrive:

    Io sto con la gente che si lamenta. In via Caronti una Villa non può essere ristorante, senza parcheggi e le regolari concezioni edilizie. Bene hanno fatto a muovere i loro passi contro chi in nome del vil denaro ha provveduto come uno sprovveduto. Si dovrebbe ricorrere alla solita petizione o un nuovo comitato. Quando e chi parte?

  46. Piazzese scrive:

    Se dopo il cemento sulle colline e i cantieri chiusi, dopo il pericolo delle antenne, dopo la discarica vergogna che rimane dove è, dopo l’ecomostro Balaguer e i tanti torti a vivi e morti perpetrati dall’amministrazione Saladini anche adesso con quello che sta avvenendo in Via Caronti Piazza non insorge allora si merita di andare malissimo e avere un Saladini tris o un Orsenigo bis, il peggio in assoluto che possa capitare a qualsiasi paese.

  47. Cernobbio scrive:

    Orsenigo promette: adesso facciamo il minimo indispensabile, poi lavoreremo per bene. Perché un doppio intervento e una doppia spesa? Non sarebbe consigliabile intervenire una volta per tutte e nella maniera migliore? Questo evidentemente è il modo di agire della lega: doppio intervento, doppia felicità degli amici da ungere, tanto i soldi soni i nostri, dico bene avvocato? Alla faccia dell’amministrazione oculata!

  48. anonimo scrive:

    Facciamo una foto a Cernobbio. Il sindaco dice no a una fotografia per questione di privacy e di tutela alla propria immagine e famiglia e contesta i blog e l’anonimato, ma per pura coerenza non fa nulla per scoprire e denunciare gli anonimi massoni della Rosa Commacina. Viva Cernobbio, città della trasparenza.

  49. Mornello capitale scrive:

    “Inoltre, per evitare nuove spese, viene mantenuta la perizia fatta tanti anni fa dall’amministrazione Isola, ma se proprio si dovesse pensare all’alienazione, il Comune possiede tutti gli strumenti per modificare la destinazione urbanistica e far lievitare il valore, cosa che probabilmente si andrà a fare nell’ambito del nuovo PGT”. Così, Marco Luppi sulla Provincia. Chiedo a Simona Saladini: se il comune ha tutti questi strumenti, capacità, poteri e garanzie, perché non li fa fruttare? Quanto ci vuole a far le cose per bene? E poi, perché in consiglio non avete detto che idee avete sull’ex cinema Volta? State come sempre bleffando o tirando a casaccio?

  50. Mornello capitale scrive:

    La più corta strada del paese è in stato di allarmante dissesto, nonostante le ripetute segnalazioni. Altro gran risultato del comune di Cernobbio targato destra, Pdl e Lega. Di che ci lamentiamo per le altre strade, se falliscono miseramente in una piccola, dove passa il loro elettorato (che speriamo li abbia conosciuti) e che termina nel luogo dove si distribuiscono liberamente i loro santini elettorali e si firma per Balaguer?

Leave a Reply