Your site
November 27, 2014, 2:03 pm

Cernobbio, si riparte

Ciao Cernobbiesi
ripartite anche voi, a giorni torneranno tutti i post, nel frattempo vi do una buona novella. Avremo presto il piacere di ospitare qui sol blog Fabrizio e Nicola con un nuovo “tempo” della lora storia. Vi ho nel frattempo aperto un Gruppo e preparato un forum su cernobbio, lì oltre a scrivere come al solito potrete mandarvi messaggi diretti tra di voi ed usare anche la chat. Spero apprezzerete, e buon viaggio, l’avventura continua. ciao

Cernobbio, si riparte

12.873 Comments

  1. anonymous scrive:

    La minoranza ha paura a fare un’interrogazione sulla vacanza adriatica del sindaco? Ci è andata da sola o è stata accompagnata da amici o famigliari? Ha usato i suoi soldi o quelli pubblici? La gente dovrebbe essere informata, anche se credo che la Saladini avrà ovattato tutto. Aggiungo che se anche fossi un consigliere di maggioranza mi farei queste domande.

  2. Olzinese scrive:

    Buche a San Vincenzo, e che dovrebbero dire quelli delle frazioni! Perché il Valter non si lamenta delle strade di Piazza e Rovenna? E’ il presidente del consiglio della chiesa di San Vincenzo o di tutta Cernobbio? E la Lega che fa, se ne sta zitta, fa proliferare l’incuria e non interviene mai?

  3. Anonimo scrive:

    Era palese che il servizio dei bus fosse insufficiente per qualità ed efficienza. Tardivo è stato il tentativo del comune di cambiare la situazione. Staremo a vedere, nei prossimi mesi, se ci saranno migliorie nel nuovo servizio o meno. Ce lo auguriamo tutti.

  4. Anonimo scrive:

    Un’altra nota dolente è quella dei furti. Anche se non se ne parla più, nella Cernobbio della sicurezza continuano …

  5. Pino scrive:

    Senza stravolgere Villa Erba, con la costruzione di nuovi edifici – cosa che vogliono Droulers e Saladini, probabilmente intenzionati a creare concorrenza e a far chiudere le piccole attività esistenti – è possibile, con costi contenuti, renderla fruibile a tutti i cittadini. Sarebbe sufficiente risistemare gli ambienti che necessitano migliorie e utilizzare le vecchie costruzioni già esistenti al suo interno e ripristinare il vecchio approdo e la sua rimessa. Forse Droulers pensano che, spendendo di più, coi soldi di tutti i cittadini, si faccia meglio. Ma è questo che la comunità chiede alla Spa, che, in parte è anche dei Cernobbiesi? No. Innanzitutto 3055 persone hanno chiesto una riflessione a Droulers e a Saladini sull’assurdo progetto chiamato porto marina, insistendo sulla necessità di una passeggiata a lago. Poi, li hanno invitati a un’altra riflessione: è meglio aprire o chiudere Villa Erba ai cittadini? Ma chi non ha mai pensato al cittadino come una persona avente diritti, ma come un suddito o un limone da spremere, cosa può concepire se non la chiusura totale di un bene pubblico per profitto? Chi è chiuso alle persone, alla fine, riuscirà a chiudere anche gli enti.

  6. Il nostalgico scrive:

    C’era una volta Cernobbio, quando, negli anni ’90, si poteva accedere accesso al parco di Villa Erba e al galoppatoio nei fine settimana in primavera e in estate; poi, senza spiegazioni, l’ingresso ai cittadini non è piú stato consentito. Nei dieci anni della Saladini, a parte l’offshore a fare danni, chi è entrato a Villa Erba?

  7. Il nostalgico scrive:

    C’era una volta Cernobbio quando c’era il cinema Volta che funzionava. Ora l’unico cinema lo fa il sindaco per negare un foto al Bolla in consiglio comunale. Dalle favole alle sceneggiate napoletane! Come siamo conciati!

  8. Il nostalgico scrive:

    C’era una volta Cernobbio quando c’era il cinema Volta che funzionava. Ora è in atto un’altra puntata dello sceneggiato soap Vivere. Titolo si vende il cinema senza acquirenti.

  9. ANONYMOUS scrive:

    A PIAZZA NUOVE ANTENNE? CE NE SONO GIA’ UN PAIO. SE PROPRIO DEVONO ESSERE MESSE, COSA CHE PER ME NON E’ NECESSARIA, CHE LE METTANO TUTTE A ROVENNA, NEL GIARDINO DEL SINDACO, MAGARI.

  10. Gentrino scrive:

    “Finché sarò sindaco ho sempre assicurato il massimo impegno per controllare la situazione delle antenne” (Simona Saladini) Peccato, due te ne sono già scappate sindaco. Quanto ai controlli i tuoi sono efficaci quanto le telecamere finte. Lo sanno tutti che le frequenze possono essere regolate e regolabili … Quando c’è il controllo (che è sempre prestabilito e concordato) perché dovrebbero sforare? Le scorie e le onde invece fanno danni e si pagano anche dopo trent’anni … quando fai un controllo medico, non quando esce un tecnico pagato dalle compagnie o dal comune!

  11. Via Matteotti scrive:

    Quando apre la nuova discarica di Mornello? Con la prossima amministrazione di centro sinistra? Prima o dopo che Monti padre organizzerà una mostra per Monti figlio o che Di Tonno avrà GUADATO COME Giulio Cesare il ponte del Bennet? Certamente prima che la lega di Orsenigo avrà fatto qualcosa per i comuni cernobbiesi che non siano loro tesserati.

  12. Via Matteotti scrive:

    Se l’amministrazione comunale ci impiega due anni per fare una navetta spola tra Cernobbio e il Bisbino per il giorno di ferragosto e celebrare la festa dell’Assunta di che tipo di amministrazione stiamo parlando? Di una virtuosa e del fare o di una poco incline al lavoro e incapace? E poi, il pulman sarà gratis o come sempre pagherà pantalone?

  13. Anonimo scrive:

    L’amministrazione Saladini è all’ultimo mandato e le decisioni sull’ex cinema Volta (e su tutto quello che riguarda Cernobbio) spetteranno ai nuovi eletti. Per fortuna! Sperando che non siano ancora loro …

  14. Anonimo scrive:

    Quanti Cernobbiesi non vanno in vacanza per la crisi o perché non ce la fanno con il lavoro? Ebbene, questi Cernobbiesi sappiano che i loro contributi hanno regalato un week sulla riviera adriatica al sindaco che prende 4500 euro più benefit in Provincia, senza prendere un voto. Ovviamente non è una cattiveria o una falsità inventata ad arte dal blog. E’ una verità documentata con tanto di foto sul giornalino comunale.

  15. Piazzese scrive:

    Pare che per il progetto antenna Wind in area ex Metaltex sia al momento tutto congelato. Non perché il comune sia restio a concedere le autorizzazioni o perché l’opposizione si sia mossa con tempestività, ma per divergenze tra i proprietari del condominio interessato e i concessionari Vodafone. Avrei altri ragguagli, ma preferisco aspettare, perché le persone di cui mi fido non sono in comune. Penso comunque che sia ancora presto per cantare vittoria.

  16. Anonimo scrive:

    Il sindaco e la questione della firma. E’ più disdicevole un blogger che resta anonimo o un sindaco che firma per un comitato contro le antenne, dopo aver autorizzato, in tutta trasparenza, l’autorizzazione dell’antenna in via Isonzo? Quanto è autorevole, Simona Saladini? Quanto è credibile e vale la sua firma, dopo fatti come questo?

  17. Piazzese scrive:

    Quanto costerebbe al comune presentare i libri dei cittadini Anzani e Valsecchi? Più o meno di una tenso struttura su cui non accede e sale nessun cernobbiese? Più o meno della pubblicità per un Festival FLOP? Fare funzionare il cervello signori amministratori leghisti. Meglio tanti piccoli eventi locali a cui il paese parteciperebbe o un solo grosso buco all’anno senza pubblico e mal vissuto dal paese? Io vi suggerisco meglio un cernobbiese oggi, che un curatore fallimentare domani.

  18. Via Regina scrive:

    Per aprire villa Erba ci vogliono progetti seri, quello della Saladini, il porto marina, fortunatamente è deragliato, quindi si faccia da parte, con il suo amico Droulers. Quali sono quelli del comitato?

  19. Anonimo scrive:

    Simona Saladini e la storia delle foto, cose da vecchia politica. La politicizzata provincia Provincia va bene, il cittadino Bolla, no. Quindi Cernobbio ha un sindaco di tutti o una sindaca calcolatrice, che vende l’immagine solo per tornaconto?

  20. Anonimo scrive:

    Erba, il comitato di ce: “Aprite per Pasqua!” Io rispondo: “Aprite ai Cernobbiesi per sempre!”

  21. Cernobbiese scrive:

    Il parco di Villa Erba un polmone verde irrinunciabile per la qualità della vita di residenti e turisti, per il tempo libero, lo svago e lo sport. Nessuna amministrazione l’ha mai valorizzato a dovere, la Saladini poi sta brigando per chiuderlo, negando tutto questo ai Cernobbiesi, con un ecomostro chiamato porto marina che accoglierà 150 barca, vip non Cernobbiesi per un flop già annunciato, visti i tempi che corrono.

  22. Cernobbiese scrive:

    Ringrazio Luppi perché con il suo articolo a supporto del blog ha dato una svegliata al comune e a opere doverose come quelle di Via Dell’Orto. Se i l giornale collaborasse, invece di essere zerbini del potere, la comunità avrebbe solo da guadagnarci. Bene Luppi, almeno questa volta bene.

  23. N.N. scrive:

    In nome di quale principio un ristorante dovrebbe essere meno chiassoso di un bar o di un albergo? Ce lo spiega il sindaco in nome di che cosa e senza crismi reali sono state concesse le licenze e i permessi alla nuova attività che andrà a sorgere in Via Caronti? Ecco dice il nuovo Pgt della Saladini! Che se HAI I SOLDI OGNI COSA DIVENTA LA PRIMA E L’ULTIMA, e che anche con l’etichetta di situazione spinosa e dolorosa tutto diviene possibile, ma non più per gli altri. Incoerenza e vergogna allo stato solido e puro! Facce di bronzo!!!!

  24. Anonymous scrive:

    Altro che il Colombo ottiene! La Provincia parla chiaro: il merito va a Orsenigo. Il Valter è il solito Quaqquaraquà!!!! Dopo tutto però ricordo che il nostro Ollio in quota Lega è l’assessore d’Incompetenza, quello ha fatto proliferare il degrado e le buche. Dunque toccava a lui metterci la classica pezza o almeno provarci. Vedremo i risultati di 3 giorni di lock out.

  25. Piazza scrive:

    Commento la situazione di Via Caronti: i cittadini si lamentano a ragione, ma nulla cambierà. Abbiamo detto e abbiamo fatto … abbiamo dato le autorizzazioni (magari anche irregolari) e abbiamo chiuso gli occhi sulla questione dei parcheggi, tanto per lucrare li mandiamo tutti in piazza Balaguer! Così ha deciso l’amministrazione, scegliendo come sempre quali cittadini devono essere accontentati e quali no.

  26. anonimo scrive:

    Con la contravvenzione alla signora Arianna Negri, l’agente Fabio Novarina ha dimostrato che la legge applicata senza il cuore e il cervello collegati sono solo un danno per il cittadino … con quella multa e con le altre che verranno date ad oc non si salva né la faccia della riva, né il bilancio del comune e tanto meno si ottiene il rispetto e la fiducia della popolazione. Come al solito dal mucchio paga l’onesto che sbaglia magari una volta, mentre gli incivili abituali la fanno franca, chissà poi perché!?

  27. Casnedo scrive:

    Che sindaco è quello che si fa influenzare da critiche “anonime”? Un sindaco che sa che quelle critiche sono vere e che i cittadini che vivono il paese vedono più in là di lei. Da questo l’odio che riversa la S.S. contro i blogger e contro i cernobbiesi in generale. Le sue ammissioni ansiose rendono palese che per la sindaca tutti sarebbero migliori amministratori rispetto a lei.

  28. anonymous scrive:

    Gruppo SAN VINCENZO, chi c’è dietro? Nessuno lo sa, comunque a Cernobbio opera, come la massoneria. A me, personalmente danno più fastidio l’anonimato e la libertà d’azione concesse a queste “associazioni” dei blog che circolano per internet o di una semplice foto. Evidentemente sia il sindaco di Cernobbio, sia la minoranza la pensano in maniera diversa, beati loro e poveri noi!

  29. Piazzese 888 scrive:

    L’articolo di Marco Luppi sulla riva è pura pubblicità occulta. Le attività che operano ringraziano. Marco quando un articolo contro il potere da giornalista vero? Adesso la riva sembra Nizza, Montecarlo o Portofino, mentre ieri sembra sguazzare nella merda dei cani! Mah … sarà stato tutto merito dei miracoli del nuovo vigile di Braglia.

  30. Anonimo scrive:

    Cernobbio Città del libro, sarebbe bello, ma se desse veramente valore ai libri, alla biblioteca e al gran lavoro del Chicco! Villa Erba a questo non potrebbe servire?

  31. Anonimo scrive:

    SIM-SALA-BIN e le foto-tessere-taroccate. Si sa più niente?

  32. Pecos Bill scrive:

    Una ventina di metri in tutto, dalla Provinciale Vecchia Regina a via Don Umberto Marmori, portano al sagrato della Chiesa del Santo Redentore. Ebbene, a Cernobbio nemmeno quelli sono in uno stato decoroso. La strada è in dissesto, con rischio di cadute, così come succede in riva, nei tratti pericolanti e punteggiati dagli escrementi dei cani. Accade anche questo nella fantozziana Cernobbio Pdl e Lega di Simona Saladini, città dove nessuno interviene a tappare le falle, nemmeno quando i cittadini o il presidente-gioppino Colombo, segnalano il degrado. E dire che siamo in un comune qualità-ISO!

  33. Pecos Bill scrive:

    Sull’area dell’ex galoppatoio è stato avviato un progetto per la realizzazione di un Porto marina. Si parla della bellezza (?) di circa 150 posti barca. L’area sembra destinata a diventare uno spazio esclusivo riservato a pochi. Alla cittadinanza sarà impedita la fruizione pubblica di un bene comune. Nonostante 3055 firme per la realizzazione della passeggiata a lago, sogno di tutti i Cernobbiesi che la Saladini vuole impedire.

  34. Pecos Bill scrive:

    Io propongo all’amministrazione Saladini di cambiare il titolo del periodico d’informazione comunale Cernobbio Oggi in CERNOBBIO IERI. Il giornalino arriva sempre in ritardo e mai aggiornato e quando viene distribuito è già vecchio. Se questa è una precisa scelta dell’amministrazione Saladini, allora il centrodestra vuole nascondere le storie e tenere nell’ignoranza i suoi cittadini. A meno che non produca notizie perché Pdl e Lega non hanno fatto niente, continuando nella politica di un dolce far niente.

  35. anonima scrive:

    Ricordo a tutti i Cernobbiesi, che, nel concedere in gestione il compendio alla società Villa Erba Spa, gli Enti proprietari avevano sottoscritto con la società stessa una stretta convenzione in cui è previsto l’uso pubblico del parco e dell’area ex galoppatoio. Ci sarebbe un regolamento ( mai realmente attuato) a sancire l’accordo e l’uso pubblico permanente delle aree interessate. Perché non sfruttarlo con la passeggiata a lago? Da quanti anni avrebbe dovuto essere realizzata? Perché questo progetto è sempre rimasto nel cassetto? Perché la politica ha sempre in secondo piano il cittadino. Io dico ai Cernobbiesi, fidiamoci del comitato. Votiamoli nelle prossime elezioni. Loro sapranno certamente far buon uso del parco di Villa Erba, iniziando col dare a Cernobbio la tanta agognata passeggiata a lago!

  36. Anonimo scrive:

    Ringrazio Luppi e la Fossati per ricordato all’amministrazione Saladini e Lega Nord che la riva è di tutti, come dovrebbero essere i monti, il galoppatoio e anche l’ex cinema Volta. Che torni ad essere dei cernobbiesi e non di questo e quell’altro vip di passaggio.

  37. Anonimo scrive:

    Il nuovo pgt parte con il botto. In via Caronti al primo atto già crea divisione, rancore, polemiche e querele. Complimenti a chi l’ha pensato.

  38. Piazzese scrive:

    Monti e Ferraris, il sabato di Pasqua, disquisiscono del colossale flop parcheggi progetto-Opus Dei-Largo Escrivà. Come ben sottolineato dal blog, l’operazione è un fallimento. O si ha il coraggio di controllare, mandando i vigili a punire i pochi che entrano senza pagare, o si fanno le strisce gialle tutt’attorno, indirizzando i non proprietari al nuovo parcheggio, o si fanno i parcheggi blu, obbligando i vigili a fare i controlli quotidiani, assicurando multe ai trasgressori e la sicurezza e l’attenzione promessa anche nelle frazioni, o, continuando così, il flop annunciato diverrà un buco nell’acqua. E non me ne vogliono le strutture in salnitro, che perdono continuamente.

  39. ANONYMOUS scrive:

    3.055 HANNO DECISO CHE VILLA ERBA FOSSE APERTA, ALTRO CHE IL SINDACO E DROULERS, SIGNOR LUPPI! QUESTI SIGNORI LI VEDREMO ALLA RIPROVA: SCOPRIREMO SE VILLA ERBA SARA’ APERTA SERIAMENTE O SOLO ALLE FESTE COMANDATE. IL MIO PARERE E’: APRIAMO DUE GIORNI, POI FACCIAMO IL PORTO MARINA E I CANCELLI RESTERANNO CHIUSI PER SEMPRE.

  40. ANONYMOUS scrive:

    UN FESTIVAL MUSICALE DA 180 MILA EURO SI’, PROMOZIONE DI CERNOBBIESI SU QUEL PALCO NO! GRAZIE LEGA, CHE INVESTI IN TANZANIA; PRENDI FINANZIAMENTI NERI, VENDI IL SIMBOLO A BERLUSCONI E FAI SI’ CHE IL TERRITORIO E I SUOI CITTADINI CHE NON SI CHIAMINO RENZO BOSSI SIANO LE ULTIME RUOTE DEL CARRO.

  41. Luca scrive:

    Offrire uno spettacolo gratuito di classe con programmi di grande impatto emotivo e di facile fruizione, coinvolgere il pubblico, aumentando le occasioni di socializzazione e di arricchimento culturale, incrementare l’offerta per un turismo di qualità, valorizzare le bellezze paesaggistiche della città insieme all’ospitalità tipica del Lago di Como, promuovere i giovani talenti italiani e sostenere progetti benefici e azioni di utilità sociale, queste dovrebbero essere le finalità del festival città di Cernobbio, il flop annuale economicamente più pesante dell’amministrazione PDL e Lega Nord. Leggendole attentamente, penso che l’organizzazione del comune non sia stata all’altezza e che la proposta del duo Saladini-Maiorana abbia totalmente disilluso le finalità delll’iniziativa in passato e purtroppo lo farà ancora.

  42. Cernobbiese scrive:

    Interessante che il comune si occupi di elargire fondi per la piscina “comunale” di San Fedele Intelvi. Perché non si potenziano le strutture del territorio? Perché non si favoriscono luoghi d’aggregazione sportiva a Cernobbio? Dov’è per esempio il campo di calcio promesso da Colombo, promesso dal Valter sin dai tempi dell’ultima amministrazione Isola e diventato attualità di programma in ogni campagna elettorale?

  43. Cernobbiese scrive:

    Pare che la giunta abbia deciso di concentrare il flop della lirica nelle ultime due settimane di luglio o nelle prime due di agosto. La Saladini forse spera che, concentrando i concerti in un lasso più ristretto di tempo, gli spettatori alla manifestazione riusciranno qualche volta a riempire le mille seggiole predisposte. Ma non sa che ci vogliono passione, competenza e qualità per ottenere un’ottima organizzazione e attirare il pubblico. Per questo molte delle mille sedie allestite resteranno ancora vuote. Solo quando l’amministrazione comunale capirà che la lirica a Cernobbio se la filano in pochi, forse avremo altri spettacoli e un successo di pubblico. Forse tutto questo lo avremo, con amministrazione di centrosinistra.

  44. Anonimo scrive:

    Quali sono i grandi eventi sportivi agonistici e ricreativi per integrare sport, tempo libero, turismo e spettacolo patrocinati dal comune di Cernobbio? Che cosa hanno organizzato gli assessori Andrea Bianchi Zero Voti Lì Per Raccomandazione E Senza Competenze e Portierone Braglia Eletto A Furor Di Popolo Ma In Comune Un’Ora Sola Alla Settimana Su Appuntamento Perché Io Sono Di Fama Mondiale? Il Mondiale di Off Shore che ha soltanto inquinato il lago? Quanti Cernobbiesi sono stati protagonisti di questa grande iniziativa? Qualche partitina benefica di calcio o mini basket del tipo organizziamo qualcosa alla bell’e meglio, tanto per dare un segno della nostra esistenza? Facciamo finta anche qui che i Cernobbiesi siano veramente protagonisti? Oppure ancora il palazzetto solo per i Cannottieri e chiuso per tutti gli altri, che invece hanno contribuito a pagare la vasca voga pro Niki d’Angelo? E che dire dell’Impossible Park, nato e subito chiuso, e del lancio del telefonino per poi installare le antenne che sono tutta salute? Sono iniziative di qualità? Sì, per gente che fa politica per sport, non con competenze, programmazione e serietà!

  45. Asnigo scrive:

    Proprio messe bene le casse del comune se si pensa solo a vendere ex cinema, prati, dare facili concessioni edilizie per racimolare denaro a ville-ristoranti o a antenne, che a repentaglio la salute di una comunità! La domanda che però all’amministrazione che dava la colpa a Isola di tutto quanto è: essendo il sindaco al timone da dieci anni da chi e da dove viene questo rosso in bilancio? Forse da una manifestazione idiota come il Festival di Cernobbio che si avvale di un palco osceno che costa tra l’altro 180.000 euro?

  46. Piazza scrive:

    Ho visto sull’Araldino la rappresentazione grafica del parcheggio a raso di Rovenna. Megalomania a parte, l’opera intenderebbe conservare il verde. Mi domando perché a Piazza si è messo cemento a Gentrino, in montagna e anche in centro storico con un’opera brutta, inutile e anche discussa, perché si siano piazzate antenne e si parli di aggiungerne un’altra in zona ex-Metaltex? Rovenna viene tutelata, Piazza no. Perché?

  47. anonimo scrive:

    Villa Erba aperta dalle 14.00 alle 18.00 di Pasqua e Pasquetta, una vittoria parziale del comitato, dei 3055 cittadini firmatari, non di Droulers e Saladini. Il sindaco e la gestione di Villa Erba non hanno capito niente, come al solito, ma nello strumentalizzare il lavoro degli altri e nel darsi arie di grande importanza sono fenomeni!

  48. Cetto scrive:

    Se la Saladini apre Villa Erba per il Festival flop non lo fa perché ha una location straordinaria e nemmeno per la qualità dell’acustica come sostenevano i blogger e nemmeno ancora per imitare Isola che aveva portato lì musica e eventi. Lo fa soltanto perché ad Agosto Villa Erba non ha eventi in calendario e deve salvare le apparenze. Tanto poi si sa che lei non vuole la passeggiata, ma il porto marina. Lei e Droulers hanno firmato? Fanno parte del comitato? In dieci anni da sindaco, quante pietre per la passeggiata ha posato?

  49. Cetto scrive:

    Il comune di Como è favorevole al porto marina di Cernobbio, visto che a Como ce n’è uno e gestito tra l’alto da CSU, il cui presidente è il signor Mariano Montini, firmatario di lista di Vivere Cernobbio? Che ci sia lui dietro il progetto Porto Marina di Cernobbio? Non sarebbe un conflitto d’interesse alla Cernobbiese, un po’ come già successo in passato con i parcheggi blu? 3.055 firmatari che hanno detto sì alla passeggiata a lago e no al porto marina sappiano anche questo e memorizzino questo nome, che sta tramando nell’ombra e mai ha preso una posizione diversa da quella della Saladini.

  50. Ex-Cernobbiese scrive:

    La Corale San Nicola al Concerto del Festival? Ma, allora sono proprio scemi! Vendono i voti alla luce del sole e lo rendono palese proprio a ridosso delle proprie elezioni! Se veramente il sindaco credeva nella qualità musicale della Corale e non nel rientro in termine di voti, perché non li ha coinvolti da subito, dal primo anno del suo mandato? Perché si affretta a valorizzarla proprio quando le elezioni si avvicinano? Sta già contando i voti per il suo fantoccio, Monti Junior? In ogni caso, Monti padre è ancora in quota PD?

Leave a Reply