Your site
April 19, 2014, 7:54 pm

Italia in guerra: dopo il popolo la Libia ci manda anche le ogive

Bene, siamo in guerra con la Libia. Noi che la si ripudia, ci andiamo sempre. I patti sono quelli. Questa non è preventiva, non una missione di pace :-D e neppure molto lontana. Un qualsiasi NOSTRO sfigato armamento venduto ai Libici, ci può essere restituito. Almeno l’ogiva di sicuro. I raggi d’azione, la portata possono ragionevolmente colpirci dove gli pare, quando gli pare. Peraltro i Libici ce l’hanno sù con UNO di noi a caso, in Italia, dobbiamo sperare che la mira sia buona. Nel frattempo rumors dicono che la nostra armata abbia già pronto un asso, Cocciolone, ma la notizia non è confermata. Segnamoci la data e vediamo quanto dura, meglio però non fare pronostici, gli ultimi hanno portato poca fortuna in altri scenari.


Italia in guerra: dopo il popolo la Libia ci manda anche le ogive

5 Comments

  1. fma scrive:

    Siamo in guerra, sì, ma non proprio per davvero, una cosa umanitaria, per aiutare il popolo.
    I nostri amici ci vanno tutti: cosa facciamo, ci chiamiamo fuori?
    Tieni conto che se non stiamo attenti va a finire che Sarkozy ci mette la Total al posto dell’Eni. Cornuti e mazziati. A lui il petrolio e a noi i libici.
    Secondo me potrebbero perfino ricorrere gli estremi della legittima difesa.
    :mrgreen:

  2. nsuprinz scrive:

    argh argh argh
    dai osti la quasi guerra. Faremo dei quasi morti, se ne faranno una quasi ragione. Merita una lezione il beduino assassino, ma mi domando se non si possa pagare un killer e seccarlo. ma i servizi segreti a che servono? a coprire e basta? Propongo all’onu ed alla nato di telefonarsi di tanto in tanto, magari mettersi d’accordo ed assoldare un bel cecchino e via.

  3. nsuprinz scrive:

    Una interessante lettura sull’affaire golpe libico. Certo che siam messi maluccio.

  4. fma scrive:

    @nsu
    Mi sta bene la conclusione di Lisistrata per la parte che riguarda i nostri politici e il loro destino, non per l’auspicio di un nostro futuro fuori dall’Europa.
    E dove andiamo, verso il Maghreb?

  5. nsuprinz scrive:

    Mah, suppongo che lo scazzo della Bolchini possa avere una mezza origine dalla presa di coscienza che la UE stia per Unione Economica più che Europea in senso geografico. In effetti, in comune c’è la grana, quello è stato fatto subito. Con tutto quello che ci ruota attorno in tema di potere ed economia, per il resto siamo fermi (sempre) ad Eboli. Scoraggerebbe chiunque.

Leave a Reply