Warning: Creating default object from empty value in /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wpmu-settings.php on line 45

Warning: session_start(): Cannot send session cookie - headers already sent by (output started at /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wpmu-settings.php:45) in /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wp-content/plugins/si-captcha-for-wordpress/si-captcha.php on line 763

Warning: session_start(): Cannot send session cache limiter - headers already sent (output started at /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wpmu-settings.php:45) in /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wp-content/plugins/si-captcha-for-wordpress/si-captcha.php on line 763
La nostra proposta salva crisi a Tremonti : Vivere a Como
Your site
January 16, 2018, 1:01 pm

La nostra proposta salva crisi a Tremonti

Quando la crisi morde c’è poco da fare se non far cassa. Certo che se a decretare il come ed il dove andare a recuperare soldi c’è preposto un pugno di manigoldi, la gente normale (che, ricordo, esiste ed è numerosa) diventa il più semplice dei moltiplicatori o, per meglio dire, il più elevato e quindi il più efficace. Bassa ragioneria. Non ci vanno nemmeno giù delicati, tipo “poco” su tanti. No, legnano e lo fanno ben consci che mal che vada c’è lo scioperino, e basta. Prova a non pagare e ti rendi conto che vai incontro a grane a non finire. Il manigoldo ragiona così e così applica quel che vuole quando vuole o, nella fattispecie italica posto che il manigoldo non è neppure di razza, gli vien imposto da altri confermandoci l’inadeguatezza dei soggetti. Quello che in altro momento storico poteva venir perimetrato nel detto sono una banda di pistola, qui oggi ci vien spacciata per normale attività politica in tempo di crisi. Notare l’eleganza dei nostri che, per dirne una, ci regalano la liberalizzazione del gioco d’azzardo. Nessuno deve aver detto loro che tal gioco dà dipendenza, crea danni, distrugge persone e famiglie e non è esattamente istruttivo. Ma poniamo, anzi, posto (purtroppo) che la liberalizzazione del gioco d’azzardo è ben vista da lorsignori, ergo siamo tutti invitati a partecipare “in modo responsabile senza eccedere” in quanto massa e quindi meraviglioso moltiplicatore scaccia crisi, vedrei bene a lato del tavolo del pokerino o della roulette del genere umano pronto a vender la propria carne per profitto con quell’eleganza che tanto si stà spalmando pur di salvare il salvabile. Quindi una sana riapertura di luoghi per l’attività più vecchia del mondo, con “messa in regola”, obolo statale, ambienti protetti, igiene a go-go, ampi parcheggi e tariffe attente al quoziente familiare. La mia è una proposta seria e legittima, se lecito è il gioco d’azzardo, quindi una sana attività sessuale è degna d’esser parte della manovra salva Paese. Quindi caro Tremonti ti chiedo di intervenire con un decreto, cassare la Merlin, metterci insomma almeno nelle condizioni di avere un piacere nel pagare, dato che ci fai pagare. Tranquillo che oltre ad un buon gettito risparmi pure, dato che non è da oggi che ve ne andate in Svizzera a trombare in auto blu. Possibile Giulio che tu non pensi alla fi….? Se non tu, forse Silvio. Fate ancora in tempo.


La nostra proposta salva crisi a Tremonti

26 Comments

  1. oral pro nobis scrive:

    Tremonti e la fi…? Potrebbe darsi ma ai cattolici? come gliela si spega?

  2. oral pro nobis scrive:

    Spiega, non spega
    scusa l’errore

  3. fma scrive:

    Dopo la tassa di solidarietà, quella sulle entrate?

  4. nsuprinz scrive:

    Già, una Robin Good. Peraltro il testosterone muoverebbe l’economia a buon pro pure di chi lo fa solo per procreare, penso all’edilizia allegra, all’arredo vintage, di tutto un po’. Il gessista stuccatore veneziano, il materassaio, le aziende produttrici di latex, c’èil riciclo della plastica per piumaggi anni ‘20 e toys per i ciellini, insomma ce n’è per tutti. Fossi Giulio farei un decreto che obblighi a destinare un bel 10x mille alle signorine ed ai signorini che “lo fanno” alla luce del sole (ma anche al buio). Salvare il Paese trombando e garantendo quelle risorse che oggi necessitano e non sono più procrastinabili è possibile, Calderoli non l’ha bruciata (la Merlin) nel famoso falò in quanto non sa leggere e vox populi manco tromba. Giulio è diverso, sa leggere.

  5. sveta scrive:

    Bentornato, carissimissimissimo…vedo con piacere che lo spirito è sempre lo stesso…bene!!!

  6. fma scrive:

    @nsu
    Fammi capire: vorresti destinare il 10xmille delle imposte per incentivare i signorini e le signorine … ?
    Io pensavo a un bel 20% di imposta: co ’sti chiari de luna!

  7. nsuprinz scrive:

    Destinando una quota delle tasse nel settore è come fare bingo al totocalcio, entrerebbe un fiume di denaro. Tanto la prostituzione esiste, va solo regolamentata. I benpensanti vadano pure avanti a fare da sè se proprio proprio non sono d’accordo, anche se di “io no” che poi ci vanno scommetto che sono la maggioranza. Sulle prestazioni ovviamente una quota allo stato, il 20% potrebbe starci, marchetta con iva. E con Iva.

  8. Speaker's corner scrive:

    Mi sa che l’80% sono quelli dell’”io nooo!! Mai!!.” Alla maggioranza non va certo bene il fatto di regolamentare quello che fanno “de sfroos ” :)

  9. nsuprinz scrive:

    Mah, vediamo se ci arrivano, se non Giulio magari l’opposizione, un disegno di legge Sircana-Marrazzo sul tema ci potrebbe stare. Piuttosto che vendere immobili statali, darli in affitto ed aprire case di piacere, e se poi prevale l’ipocrisia italica procedere con l’apertura del mercato verso l’estero, lì hanno conoscenza di come si può far profitto garantendo decenza e decoro unitamente alla garanzia di un lavoro riconosciuto al pari di altri. Siamo un paese barzelletta, per una volta facciamo una cosa seria.

  10. Suor Olgettina scrive:

    per oral pro nobis; per i cattopaolotti basterebbe ricordare loro che il diritto canonico sancisce “Dio castiga, .. chi non lecca la f…”.

  11. nsuprinz scrive:

    …e hai sistemato pure i cattolici, sempre con la bocca aperta ad un tiro di schioppo dall’altare. Mi sembre poi meno grave che masticare il Corpo aggratis…

  12. nsuprinz scrive:

    ooops
    ciao SvetiSSima :-D

  13. Speaker's corner scrive:

    Ma il vescovo sarà contento ?? ;)

  14. nsuprinz scrive:

    Speaker’s, a loro è proibito metterci il naso (figurati il resto), tuttavia pecunia non olet e se vogliono farsi un giro di boa di struzzo basta che paghino, poi 4 pater e 4 ave e ritornano ex.ante, il problema casomai è educarli ad avere rapporti sessuali con maggiorenni, lì bisogna dirlo a Giulio di ricordarsi di mettere una nota nel remoto caso di un nuovo concordato. La sottoveste nera ha un fascino intramontabile, possono sempre fare il salto della quaglia e passare nell’altra casa. Facile che anche lì li trovi in ginocchio…

  15. sveta scrive:

    Ma il Casino della Jolanda ha il suo stand al Meeting di Rimini…????

  16. Speaker's corner scrive:

    Ciao Sveta, il meeting di Rimini è basato sul concetto : “riunire per ammaestrare, soprattutto amministrarEuroni e proprietà.”
    Lo stand del casino della Jolanda non sarebbe fuori luogo:)

  17. nsuprinz scrive:

    Il Casino della Jolanda è il loro gioco-sport, ma nel privato. Comandamento poco ascoltato, in fondo mica uccidono, ecchesaramai….Qualcuno crede per davvero alla santità di Pierferdy, zio Roby e baciapile para DC? Meglio un Bocchino che quantomeno ci mette la faccia ed ammette SOLO PERCHE’ BECCATO ma ammette, che ’sti fruitori che negano, negano e negano. Sul tema farei un bel referendum ed andrei alla conta, Per me il quorum si raggiunge eccome, poi se loro non ci vogliono andare, non ci vadano. Resta una potenziale quantità di quattrini da poter intercettare e lì crisi non ce n’è mica.

  18. Speaker's corner scrive:

    Ciao nsuprinz
    già, sti due nomi: “Casini e Bocchino”
    Come slogan per promuovere il Casino della Jolanda ?? OMG aaah aaah :)

  19. nsuprinz scrive:

    Se ci pensi Speaker’s, con un governo con Giulio che è tra i 10 potenti della terra che decidono dove fare o non fare una guerra, dove quale classe deve impoverirsi a favore di altre che s’arricchiscono, l’andare a puttani è quasi un’opera di bene, dateci almeno il piacere. Quel piacere. I due succitati sono fistole della democrazia, e con loro l’elenco si allunga a dismisura. Preoccupa l’inerzia di chi materialmente sarà punita. Il ribellismo di Vendola, quelloche dà per possibile, più che possibile immagino stia già lavorando. Ricordiamoci che ci stanno massacrando per nessun miglioramento a breve, figuriamoci a medio-lungo termine. Di straordinario c’è la quiete sociale. Poi però se qualcuno s’incazza a buon motivo, non si lamentino. Come Irene, prima o poi l’uragano passa.

  20. sveta scrive:

    Ciao Speaker…Casini, Bocchino…e Brunetto, il traditore pubblico e privato!

  21. dead Misultin scrive:

    :) bene. Stiamo tornando

  22. Speaker's corner scrive:

    Gli alti tradimenti sono la moda del momento, chi non li fa’ è definito un idiota … Dobbiamo dare la colpa a: “the computer revolution??” ..Mah,
    vai a saperlo!! :)

  23. S.Just scrive:

    Per completare il pacchetto potrebbe essere il caso di pensare anche alla legalizzazione della cannabis e simili ?
    Il modello olandese nel suo complesso per capirci.
    Mi sa che sarà il caso di trasferirci noi lì visto che gli stopper di oltre-Tevere oltre a preoccuparsi di gestire l’immenso patrimonio immobiliare, e varie altre (turismo, scuole e ospedali come il super-buco San Raffaele – scomparso dai radar -), in modalità no-taxation non penso si convertiranno all’anglosassone ” no-taxation without represantation”.
    Loro sono rappresentati da praticamente tutto lo schieramento politico ma di pagare un centesimo …
    Magari nell’ipotesi formulata nel post, allargata democraticamente ad entrambi i sessi, potrebbe venire incontro allo Stato italiano anche una certa rappresentanza del clero.
    Probabilmente non in abito da lavoro ….
    La proposta va ripensata se si vuole aumentare il gettito

  24. nsuprinz scrive:

    @S. Just
    in Svizzera quando c’erano i canapai, c’era la fila di Italiani… ora sono rimasti i canapai ma lontani dal confine chilometri, suppongo in virtù di qualche accordo non scritto Italia-Suissechocolate. In teoria, vizio per vizio ha ragion d’essere pure la liberalizzazione della canapa e ben sappiamo essere peraltro un sistema efficace nel sottrarre fiume di denaro alla malavita. Insomma, coerenza vorrebbe, ma se andiamo a discettare di coerenza con certa gente perdiamo tempo. Mi domando se è più scandaloso un bordello o un intervento che tocca le pensioni. Dato che mettono le mani nelle tasche degli Italiani, preferibilmente sian quelle anteriori :-D
    Ovviamente quando parlo di prostituzione mi rivolgo alle sua varie forme e sfaccettature e gusti, pure una stanza vuota in un bordello è capace di generare piacere a qualcuno, magari qualche ciellino coniugato potrebbe portarci l’amante oppure farsi da sè…vattelapesca. Che il clero sia una potenzialità per lo Stato non ho dubbi :-D

  25. sveta scrive:

    Prinz, permettimi una piccola correzione…il ciellino coniugato, dell’amante va a casa…entrare in un bordello naaaaaahh, troppo visibile, pericoloso…

  26. nsuprinz scrive:

    Se dio invitasse a trombare apertamente i propri agnellini, il prossimo meeting lo farebbero sdraiati ovunque. Con pure la moglie.

Leave a Reply