Warning: Creating default object from empty value in /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wpmu-settings.php on line 45

Warning: session_start(): Cannot send session cookie - headers already sent by (output started at /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wpmu-settings.php:45) in /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wp-content/plugins/si-captcha-for-wordpress/si-captcha.php on line 763

Warning: session_start(): Cannot send session cache limiter - headers already sent (output started at /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wpmu-settings.php:45) in /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wp-content/plugins/si-captcha-for-wordpress/si-captcha.php on line 763
Venduti! : Vivere a Como
Your site
September 24, 2017, 6:43 am

Venduti!

    Si sa, il mercato delle case è un mercato libero, quindi tutto normale se le nostre belle ville sul Lago vengono vendute a Russi, Arabi, Libanesi a prezzi dell’altro mondo.  A me spiace, non lo nego, ci vedo non un miglioramento ma un prostituirsi, per vagonate di soldi a qualcuno ci tocca abituarci a vedere i coglionazzi in Ferrari a farsi il giretto nelle stradine del Lago, nulla di più estraneo. Per non parlare dell’effetto rialzo prezzi che rendono inaccessibile l’acquisto di una casa ai “normali” come noi…


Venduti!

5 Comments

  1. fma scrive:

    E’ il mercato bellezza! :mrgreen:

  2. nsuprinz scrive:

    Già. Speriamo che almeno facciano di tanto in tanto dell’elemosina per mantenere decentemente i luoghi, chè se aspettiamo le amministrazioni è meglio sedersi. Suggerirei a questi facoltosi di rendersi simpatici, magari rendendosi disponibili a fare i tutori del Comune che li ospita e ciò a ragion veduta posto che molti amministratori son degli interdetti. Oltre un certo reddito adotti un sindaco, un assessore, un consigliere…in fondo avendo reggiunto privatamente una posizione economica rilevante vien da sè che non son dei pirla, ergo ci starebbe che fra i tanti sottoposti accolgano pure uno dei nostri in evidente affanno cerebrale.

  3. Speaker's corner scrive:

    @nsuprinz, sono d’accordo con te , quando dici: in fondo avendo raggiunto privatamente una posizione economica rilevante, questi non son dei pirla … pero’ poi mi viene spontaneo associare questi oligarchi russi, VIP ecc. ecc, ai vari Don Rodrigo , e Innominati, arroccati nei loro castelli (ville) e contee quando comandavano a bacchetta tutta la nostra vallata … OOH OOH non vorrei mai che il famosissimo libro: “Quel ramo del Lago Di Como ” Ritornasse in auge …. O forse è la mia immaginazione che galoppa in modo esagerato. Chiedo scusa ;)

  4. nsuprinz scrive:

    Associazione corretta. In fondo è reale il cambio di costume, il lago ha una sua sfera culturale che varrebbe la pena salvaguardare ma come dice fma è il mercato che determina i cambiamenti. Anche i pirla. Se poi si fondono… :-D L’altro giorno riflettevo sullo slogan dell’aziendina dello Zambrotta che fa più o meno così: arrediamo il lago. Gli Young Boys che ci arredano il lago è già di per sè una notevole fischiata, se ci aggiungiamo che c’è chi glielo fa fare ed applaude pure, la conseguenza è che prima vanno tenuti d’occhio i pirla, poi il mercato.

  5. Speaker's corner scrive:

    … E io dovrei tirarmi indietro, farmi umile e accettare” Tutto quello che passa il convento dove regna il capitale? :D NOOOOOOOOOO !! .. Parafrasando Guccini con il suo Don Chisciotte sempre attuale.
    (da ascoltare su youtube)

Leave a Reply