Warning: Creating default object from empty value in /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wpmu-settings.php on line 45

Warning: session_start(): Cannot send session cookie - headers already sent by (output started at /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wpmu-settings.php:45) in /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wp-content/plugins/si-captcha-for-wordpress/si-captcha.php on line 763

Warning: session_start(): Cannot send session cache limiter - headers already sent (output started at /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wpmu-settings.php:45) in /home/vivereacomoinfo/vivereacomo.info/wp-content/plugins/si-captcha-for-wordpress/si-captcha.php on line 763
Censura : Vivere a Como
Your site
January 16, 2018, 1:15 pm

Valle d’Aosta, banane e black-list

Share

Tu metti un veterinario condannato in via definitiva dalla Cassazione a 16 mesi di reclusione ed all’interdizione dai pubblici uffici per abuso d’ufficio per favoreggiamenti in appalti candidato al Senato e verrà eletto Senatore, così almeno la condanna diventa inefficace in quanto inapplicabile e quindi poi lo puoi mettere a capo di una Regione e se [...]

Butti fa il Vigile in Rai: dopo l’olio di ricino, avanti il sale di lisina

Share
Succede che tra i vari optional della vita venga introdotta pure quello della libera opinione e sua libera esternazione e manifestazione, rea di portare a spasso senza guinzaglio analisi e deduzioni ed in grado di generare delle prese di posizione autonome. Pare che nei regimi non vada bene. Sappiamo che nei [...]

Brum Brum Bruni: veicolatori culturali crescono

Share
Bruni ha qualche difficoltà con l’informazione, accortosi che pubblica senza “veicolare la questione culturale” ed il risultato non è di suo gradimento; è gradito il giornalista appecorinato, il nonno sequestrato con quindi delle risorse disponibili per, udite udite “quel risparmio va in giro in azione sociale…”. Che possiamo tradurre in ” manipolate, che è [...]

A Dell’Utri piacerebbe un sacco, d’altra parte purtroppo….

Share
Gradirebbe sua eccellenza, ma d’altra parte non si può (non ancora quanto meno). Vi dice nulla? vi ricorda niente? sembrerebbe, anzi è, un principio interessante, capace di regolare una pena prevista per lo stesso, ma che si propone o auspica per chi lo contesta. Introdotto l’anti-contrappasso…. chissà Dante?

Share

Avviso ai naviganti: su youtube il censore potresti essere tu

Share
Capita che youtube possa rivelarsi una mannaia sull’informazione, o meglio su un certo tipo di informazione, il come lo potete leggere qui direttamente sul blog di Daniele.

Share

Poesia per Scopelliti

Share

Silenzio
dall’Araldo cittadino
e poi anche il Corrierino
tutti in fila ed a braccetto
un silenzio direi perfetto.
Como e Reggio son distanti
certi scoop defatiganti
Tette e culi in prime pagine
meglio certo dell’ indagine.
Silenzio
l’attenzion vorrei sviare
S. Abbondio è un buon affare
se non basta c’è Ticosa
che distrae su ogni cosa.
Non si toccan certi temi
se si fa sono problemi
meglio fare un bel sondaggio
s’è [...]

Il silenzio degli innocenti.

Share
La brutta gente se la si mette insieme ti fa un pessimo governo, ma un pessimo governo non può e non deve falsare la realtà, cosa che invece è sistematicamente all’ordine del giorno. Se si sono venduti al diavolo dovrebbero pagare pegno e non ribaltare una nazione minandola ed esponendola a maggiori [...]

La “normalizzazione” della censura

Share

Riporto un post di Cloro condivisibile e ricordo che qui si può firmare.
Imbavagliamento, costrizione, oscuramento. “Incoraggiamento al silenzio”, demotivazione al comunicare, sorveglianza governativa sulla circolazione di informazioni. Limitazione al diritto di parola. Violazione al diritto costituzionale della libertà di espressione, in particolare diretta contro i piccoli blogger che, specialmente in tempi di crisi economica (e [...]

Lo schifo dell'operato di Mastella

Share

Piero Ricca e “Qui Milano Libera” raccontano in un video dell’incapacità e dell’arroganza di un certo politico. Sottofondo musicale: l’inno dell’UDEUR.

Share

La Rai difende il segreto di stato.

Share
Roma, 22 mag. – La notizia è clamorosa: secondo quanto appreso da fonti dell’intelligence militare, in Rai sarebbe attivo un “organo esecutivo sicurezza” (Oes), alle dirette dipendenze del ministero delle Comunicazioni, con il compito di “vagliare” le notizie da diffondere. Stando a quanto scoperto dalla Voce, farebbero parte di questa struttura segreta circa 50 giornalisti [...]